La sfortuna ferma la corsa del team Aviobike a Le Mans.

Finisce a due ore e mezzo dal traguardo l’avventura del team Aviobike alla 46ª edizione della 24 Heures Motos di Le Mans, prima tappa del Campionato del Mondo Endurance FIM 2023. Dopo aver superato due cadute e tanta sfortuna, riuscendo sempre a riparare i danni riportati dalla Yamaha YZF R1 #101, la squadra di Giovanni Baggi ha dovuto alzare bandiera bianca nel corso della 21ª ora di gara, quando David Henriques è finito a terra per colpa dell’olio lasciato in pista da un’altra moto. L’episodio è stato particolarmente sfortunato perché pochi secondi prima erano caduti nella stessa curva la Honda #41 e la BMW #90 e la direzione aveva fatto entrare la safety car. Henriques è stato l’ultimo a transitare in quella curva davanti alla vettura di sicurezza e quindi in regime di corsa. Il pilota francese è riuscito a ripartire e tornare ai box, ma – dopo aver valutato le condizioni della moto e i due crash precedenti – la squadra di Massalengo si è dovuta ritirare.

Nonostante una prima caduta di David Henriques durante la notte (sempre sull’olio di un’altra moto),  una seconda scivolata di Elia Crotta a causa di un contatto, fino al momento del ritiro la gara del team Aviobike era stata tutta in rimonta. Grazie all’impegno del box e alla costanza del terzetto formato da Yves Lindegger, Elia Crotta e David Henriques, il team Aviobike era riuscito a rimontare  fino all’undicesima posizione della classe Superstock. Purtroppo la terza caduta, pur non essendo stata particolarmente rovinosa, ha costretto il team al ritiro.

Fonte: Comunicato Stampa Aviobike

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 4 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>